AV extra 01: Paladini della Memoria

Episodio Extra di Archeologia Videoludica che inaugura una serie di speciali che aperiodicamente appariranno nel feed del nostro net e sul sito ufficiale, che tratteranno temi specifici, approfondimenti o fiere e manifestazioni sul settore del retrogaming.

Ma questi episodi speciali serviranno anche come sperimentazione di streaming in diretta dando il via ad una serie di test che IPN sta mettendo in azione per puntare ad una sempre maggiore qualità e possibilità di trasmettere in diretta.

 

I PALADINI DELLA MEMORIA

Abbiamo scoperto, tramite Facebook, che esiste un gruppo di super appassionati della storia e dei prodotti Commodore, azienda della quale abbiamo iniziato a raccontarvi le vicende nell’episodio 2×02, da aver costituito un gruppo solido e una nascente associazione culturale. Si, perché in qualche modo è di cultura che si parla, di cultura informatica, videoludica e anche di costume.

Questi baldi “giovani”, capeggiati dal mitico Carlo Pastore, medico super appassionato e collezionista di grande livello, hanno messo su una piccola esposizione a Roma nel mercatino di Via Conca D’Oro che il 20 Novembre ci ha visti impegnati in un’alzataccia domenicale per andare a raccogliere un po di retrocommodorestory…

In questo episodio sentiremo dunque i racconti dei, sentiremo parlare dei pezzi da loro raccolti negli anni, delle attività collaterali alla loro iniziativa e al loro sito e avremo anche un piccolo extra con Fabio D’Anna e le sue console videogioco, dove abbiamo potuto vedere dal vivo alcune perle storiche di cui abbiamo parlato nei nostri episodi passati.

Link della puntata

Sito Ufficiale di Retrocommodore

Gruppo su Facebook di Retrocommodore

Articolo del Distruggitore sul sito di Old Games Italia, ma anche presente nella sezione IPN Life di Italian Podcast Network

Per commentare l’articolo sopra indicato sul forum di Old Games Italia

Il blog di Archeoludica, che non siamo noi!

Sito di Retrogaminghistory

Credits

Trasmissione ideata e condotta da: Simone Pizzi, Giuseppe Scaletta, Roberto Bertoni, Marco Gualdi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.