5×01 Oro, buche e robot

Puntuale come un treno svizzero o il ricordo del vostro primo videogame, riparte la quanta stagione di Archeologia Videoludica, come sempre pronta ad esplorare le pieghe della storia del pixel, fra aneddoti, curiosità e racconti che solo noi siamo in grado di donarvi.

La puntata d’esordio è stata quasi obbligata nel tema, a causa della recente dipartita dell’autore del mitico Lode Runner, Douglas E. Smith,  a cui dedichiamo volentieri il ruolo di protagonista nella nostra trattazione; per i più giovincelli, sappiate che stiamo parlando di una pietra angolare dei primi anni ’80 e piccolo capolavoro di game design replicato in più versioni negli anni seguenti. Per altre e più esaustive informazioni non vi resta che schiacciare il play del vostro lettore!

Ai microfoni il team composto da Simone Pizzi, Giuseppe Saso, Gianluca Santilio e Marco il Distruggitore Gualdi, quattro colossi di AV capaci di togliere la polvere dagli archivi delle vostre memorie e riportarci all’epoca in cui bastava qualche pixel per farci sognare…

Buon ascolto e…alla via così!

Ascolta il podcast

Abbonati al feed di Archeologia Videoludica su iTunes

Abbonati al feed di Archeologia Videoludica con un qualsiasi aggregatore

Abbonati al feed di IPN su iTunes

Abbonati al feed di IPN con un qualsiasi aggregatore

Per scaricare il file clicca qui (tasto destro del mouse e Salva con nome…)

IN QUESTO EPISODIO

Chi era Douglas E. Smith?
Ci ha lasciato da pochi giorni, ma vogliamo ricordarlo con un nostro speciale tributo. Ecco la breve storia di Douglas E. Smith

Le origini del minatore
Una giornata d’estate, tanto caldo e poco da fare..le origini di un mito.

La rassegna stampa

Cosa ci racconta la stampa ai tempi di Lode Runner? Parola a Morgan.

Solo cubi da sistemare?
Il gameplay di Lode Runner, ricordando se e come la vita era difficile a quei tempi.

Una storia infinita
Seguiti e remake per una storia infinita..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.