3×11 La sensazione di infinito in una manciata di kb

Persi nello spazio profondo, dove il rumore del silenzio spaziale crea odi alla nostalgia dei tempi che furono, i vostri esploratori dell’infinito di Archeologia Videoludica coadiuvati dalla guest star Luigi Marrone, si lanciano nel racconto di Elite, capolavoro indiscusso di David Braben e simbolo di un’epoca d’oro per il nostro passatempo preferito.

E così Alex “l’infinito” Raccuglia, Simone “Lonestar” Pizzi, Marco “Il distruggitore spaziale” Gualdi e Roberto “Next Generation” Bertoni vi porteranno a scoprire quello che si celava dietro una manciata di kb, dove innumerevoli possibilità erano racchiuse e confinate solamente dalla vostra voglia di immergervi nell’infinito spaziale.

Ricorderete i vostri viaggi, i salti da una galassia all’altra, le innovazioni, i radar tridimensionali e quella voglia di inventare che hanno reso grande il videogioco e che ancora oggi potrebbero far cadere la classica lacrima dal vostro volto segnato dal tempo.

E, come sempre, di ritorno dal vostro viaggio spaziale, raccontateci i vostri aneddoti e passate dai consueti canali o dall’Ogi Forum.

Ascolta il podcast


Abbonati al feed di Archeologia Videoludica su iTunes

Abbonati al feed di Archeologia Videoludica con un qualsiasi aggregatore

Abbonati al feed di IPN su iTunes

Abbonati al feed di IPN con un qualsiasi aggregatore

Per scaricare il file clicca qui (tasto destro del mouse e Salva con nome…)

LINK VARI
La pagina wikipedia di Elite
La pagina di Elite di Ian Bell
La lista mondiale di coloro che sono arrivati al grado Elite
Il progetto kickstarter del nuovo Elite
Pioneer, un Elite open source
La versione homebrew per Oric di Elite
Un post mortem su Elite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.