Speciale03 Narrativa da Giocare

Dopo aver viaggiato per il continuum spazio temporale del videogioco, i nostri eroi di Archeologia Videoludica decidono di fare un vero e proprio viaggio nel passato alla scoperta delle Avventure Testuali; grazie alla preziosa partecipazione di Bonaventura Di Bello ecco arrivare così una puntata ad alto tasso amarcord con il nostro che ripercorrerà origini e aneddoti della sua carriera dagli inizi fino al tramonto di quel periodo magico.

Alla plancia a questo giro la dinamica coppia formata da Simone Pizzi e Roberto Bertoni, nella speranza che questo matrimonio virtuale abbia da farsi prima o poi, alla scoperta del “motore grafico più potente di tutti”, la fantasia!

Ascolta il podcast

Abbonati al feed di Archeologia Videoludica su iTunes

Abbonati al feed di Archeologia Videoludica con un qualsiasi aggregatore

Abbonati al feed di IPN su iTunes

Abbonati al feed di IPN con un qualsiasi aggregatore

Per scaricare il file clicca qui (tasto destro del mouse e Salva con nome…)

Links
Il sito ufficiale di Bonaventura Di Bello con tutti i suoi contatti
Un racconto degli inizi di BDB nel mondo delle avventure testuali scritto di suo pugno
Le avventure scritte da BDB nella versione C64
Qui in versione Spectrum
Il sito di IF Italia, la Risorsa (con la R maiuscola) italiana in tema di avventure testuali
L’alter ego mondiale di IF Italia, The Interactive Fiction Archive
La pagina di wikipedia dedicata a Bonaventura Di Bello
Il sito di Enrico Colombini, il “mentore” delle avventure testuali in Italia
L’intervista a Enrico Colombini su Oldgamesitalia
Darkiss, la recente avventura testuale di Marco Vallarino, il ragazzo che andò a trovare Bonaventura nella sua gioventù e cominciò così il suo viaggio nelle AT
La pagina di wikipedia di The Quill, il tool utilizzato al tempo da BDB per creare molte delle sue opere
Quest, un tool “moderno” per creare avventure testuali
Inform, il linguaggio di programmazione definitivo per scrivere AT

LICENZA DEL PODCAST. 
Questo podcast può essere liberamente distribuito o diffuso. Non è consentito l’uso per scopi commerciali. Non è possibile modificare l’opera. Licenza Creative Commons: Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 2.0 Generico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.